Ransomware: i consigli del Garante privacy per difendersi dal programma che prende “in ostaggio” pc e smartphone

Il ransomware è un programma informatico dannoso diffuso per infettare un dispositivo elettronico (pc, tablet, smartphone, smart tv), bloccandolo o criptandone i contenuti (foto, video, file), e chiedere  un riscatto (in inglese, ransom) per “liberarlo”.

Davanti all’aumento di questo tipo di attacchi informatici, il Garante per la protezione dei dati personali pubblica una pagina informativa con alcune regole basilari per conoscere meglio questo malware e mettere in campo alcuni accorgimenti utili per non esserne vittima o per tentare di liberarsene nel caso in cui i dispositivi utilizzati siano già stati infettati e vi sia stata una richiesta di riscatto.

Il Garante Privacy ha pubblicato un vademecum per spiegare nel dettaglio cos’è un ransomware e come comportarsi per evitare l’infezione e per liberare il device nel caso di rapimento, confisca e blocco del device come nei casi recenti più eclatanti di Bad Rabbit, Petya e Wannacry.

Ransomware – Infografica

Lascia un commento