Sicurezza e regolarità del lavoro nei cantieri

Le costruzioni sono un settore a rischio di infortuni gravi e mortali; è il secondo settore dopo l’agricoltura per numero totale di morti.
Altrettanto importante è la presenza di lavoro irregolare, di situazioni di elusione contributiva, rapporti di lavoro full-time denunciati come part-time e altrettanto frequente è il ricorso all’impiego di soggetti con partita IVA che mascherano rapporti di lavoro subordinati e non ultimo la presenza di lavoratori in nero che raggiunge diverse centinaia ogni anno. Situazioni che incidono ad aggravare il fenomeno infortunistico.

Nel mese di Giugno 2018 la SPISAL AULSS 9 di Scaligera, ha predisposto un interessante vademecum dal titolo “sicurezza e regolarità del lavoro nei cantieri”.
Il documento è suddiviso in tre macro aree:
• Sicurezza e salute nei cantieri edili,
• La regolarità dei rapporti di lavoro nei cantieri edili,
• Committente privato di opere edili,

Ma quelle che reputiamo più interessanti sono la seconda e terza.

La terza parte è dedicata al mondo edile dove il committente è il privato cittadino; vengono fornite quindi utili indicazioni circa gli obblighi in capo al committente e relative responsabilità.

La seconda parte, invece, è dedicata ad aspetti che reputiamo molto interessanti, più nello specifico:
• quando il rapporto lavorativo con un artigiano è genuino,
• quando più artigiani, configurano una impresa di fatto,
• quando l’appalto è lecito o illecito,
• quando il distacco del lavoratore è legittimo.

Al link sotto potete visionare l’intero documento

Documento completo sicurezza-e-regolarita-del-lavoro

Potete prendere visione di un estratto del documento (seconda e terza macro area).

Estratto documento

Lascia un commento