Linee di indirizzo per la gestione delle attività connesse ai rischi derivanti dai lavori in ambienti confinati e a rischio di inquinamento

Il tema degli ambienti confinati non trova ad oggi una sua collocazione esplicita all’interno del corpus del Testo unico sicurezza (Dlgs. 81/08), né con un Titolo specifico né nell’ambito degli Allegati dello stesso.
Il presente documento non vuole essere né una raccolta né una proposta normativa, né una di sintesi di precedenti lavori ma, allargando il punto di vista anche all’ambito internazionale e superando alcuni limiti evidenti della regolamentazione attuale, vuole offrire orientamenti e
strumenti operativi efficaci per la progettazione e la esecuzione in sicurezza delle attività all’interno degli ambienti confinati. 
La valutazione dei rischi presenti nei luoghi di lavoro che sono classificabili ambienti confinati o a rischio di inquinamento nella presente linea di indirizzo non viene trattata in maniera approfondita in quanto le modalità con cui effettuarla sono molto diverse in funzione dell’attività svolta e degli aspetti geometrici e ambientali dello stesso luogo di lavoro. 

Nel documento è tuttavia presente una parte che evidenzia gli aspetti della valutazione che sono a carico sia dei datori di lavoro committenti che dei datori di lavoro delle imprese appaltatrici/esecutrici.
Un particolare approfondimento è stato dedicato alle seguenti tematiche, sulle quali vertono i principali quesiti da parte dei potenziali utenti del presente documento. 

INDICE DELLA LINEA GUIDA


1. Premessa 
Applicazione del DPR 177/2011 alle attività gestite con risorse aziendali interne 
Riconoscimento di un ambiente confinato 
Ruolo del DDL Committente, del Rappresentante del Datore di Lavoro Committente (RDLC) e verifica dell’idoneità tecnico professionale (VITP) in relazione al DPR 177/11.
Medico Competente e DPR 177/11 
Gestione delle emergenze e salvataggio in ambiente confinato 
Regolamentazione della Formazione ed addestramento in ambito ambienti confinati 
1.1. Destinatari 
Datore di Lavoro Committente
Rappresentante del Datore di Lavoro Committente (RDLC)
Responsabile del servizio di prevenzione e protezione (RSPP) 
Addetto del servizio di prevenzione e protezione (ASPP) 
Coordinatore della sicurezza nei cantieri (CSP/CSE) .
1.2. Applicazione del DPR 177/2011 alle attività gestite con risorse aziendali interne .
2. Definizione di ambiente confinato 
3. Valutazione dei rischi 
4. Informazione, formazione ed addestramento
Inquadramento normativo e riferimenti utili
Indirizzi per la progettazione ed erogazione dei percorsi di informazione, formazione ed addestramento in ambito AC 
Organizzazione e metodologia  
Requisiti dei docenti
Formazione del Rappresentante del Datore di lavoro committente (RDLC ex DPR 177/2011) 
Aggiornamento periodico di formazione ed addestramento previsti dal D.P.R. 177/2011 
Informazioni dettagliate su caratteristiche luoghi e rischi esistenti .
5. Requisiti previsti dal D.P.R.177/2011 
6. Gestione delle emergenze 
Procedura di emergenza 
Il soccorso medico specializzato 
Formazione degli Addetti alle Emergenze 
7. La figura del medico competente 


ALLEGATI

 
Obbligo del sopralluogo 
Protocollo sanitario/idoneità sanitaria 
Verifica dell’assunzione di sostanze psicotrope e stupefacenti, alcool dipendenza 
Idoneità all’utilizzo dei DPI respiratori filtranti 
Redazione delle procedure operative
Procedure di gestione dell’emergenza
Procedure di assistenza al pericolante 
1- Presentazione della APP “Confined Space App” 
2- Documenti e guide esempi di contenuti dell’informazione, formazione e addestramento 
3- Flow-chart: guida nella scelta di una procedura per la gestione dell’emergenza 
4- Linee Guida, norme internazionali e documenti disponibili per approfondimenti sul tema 
5- Modello di notifica di svolgimento di attività in ambiente sospetto di inquinamento

Per scaricare la documentazione del Consiglio Nazionale degli Ingegneri

Lascia un commento