Decreto Riaperture

Nel tardo pomeriggio di ieri, 21 Aprile 2021, è stato approvato il Decreto “Riaperture” che detta: “Misure urgenti per la graduale ripresa delle attività economiche e sociali nel rispetto delle esigenze di contenimento della diffusione dell’epidemia da COVID-19 (decreto-legge).

Il Decreto si applica dal 26 Aprile fino al 31 luglio, data prorogata per lo stato di emergenza.

In sintesi le misure indicate nel Decreto. Si rimanda poi alla lettura del Decreto stesso.

Stato di emergenza prorogato fino al 31 Luglio. Si confermano quindi le procedure d’urgenza, per esempio per lo smart working

Coprifuoco confermato sino alle 22.00 con possibilità di apportare variazioni in funzione dell’andamento della curva epidemiologica

Spostamenti liberi tra regioni in fascia gialla

Spostamenti tra regioni arancioni o rosse consentite ma sarà necessaria la certificazione verde rilasciata per chi è guarito dal covid, per chi ha ultimato il ciclo di vaccinazione o per chi ha effettuato il tampone antigenico o molecolare (validità 48 ore)

Ristoranti e bar in zona gialla, aperti sia a pranzo come a cena, ma solo all’aperto. 4, il numero di posti massimo per tavoli. Distanziamento al tavolo confermato in 1 metro.

Visite da parenti e amici in zona gialla: dal 26 maggio al 15 giugno ci si può muovere in quattro persone, oltre ai minori

Attività sportiva all’aperto: dal 26 aprile, in zona gialla, è consentita qualsiasi attività sportiva anche di squadra e di contatto. È però vietato l’uso degli spogliatoi.

Stadi: dal 1° giugno, in zona gialla, possono riaprire;

Piscine: dal 15 maggio, in zona gialla, possono riaprire;

Palestre: dal 1° giugno, in zona gialla, possono riaprire.

Teatri cinema e altri locali in zona gialla: dal 26 aprile possono riaprire comprese gli spazi anche all’aperto. Si potrà stare soltanto seduti e i posti devono essere prenotati.

Musei e mostre: dal 26 aprile possono riaprire nel fine settimana. Obbligo di prenotazione.

Negozi in zona gialla e arancione: apertura consentita. In zona rossa, solo negozi che vendono prodotti ritenuti necessari. In zona rossa sono chiusi i parrucchieri, i barbieri e i centri estetici.

Attività degli esercizi commerciali in zona gialla: dal 15 maggio possono riaprire nei giorni festivi e prefestivi. In zona arancione e rossa i centri commerciali sono aperti dal lunedì al venerdì. 

Convegni e congressi: possibili dal 1 Luglio, solo in zona gialla.

Scuole e università: Dal 26 aprile assicurata la presenza. Per studenti della scuola secondaria di secondo grado, garantita al 50%. Nella zona rossa, l’attività didattica in presenza è garantita fino a un massimo del 75 per cento degli studenti.

Per consultare il testo approvato dal CDM

Per consultare un riepilogo a schede del Decreto

Lascia un commento